Foto Dizionario TreppecoreDizionario Abruzzese Treppecore, tutti i vocaboli con la lettera A.

A di Arezelà B di Bummàce C di Caviciùne D di Ddu Bòtte E di Entresatta
F di Freèchete G di Gargarozze H di Hufàne I di Inguastite J di Jnnotte
L di Leccamusse M di Mazzamurille N di Nemale O di Ondo P di Papagne
Q di Quajàte R di Ruscicòne S di Sciuscellette T di Tastafèrre U di Uatte Uatte
V di Villegne Z di Zzune      

A

  • a capaballe: sotto
  • a capammonde: sopra
  • abbabbalocattu: stupefatto
  • abbadà: prestare attenzione a qualcuno o qualcosa
  • abbade: stai attento, fai attenzione
  • abbàdene: badano, prestano attenzione
  • abbafà: abbeverare
  • abbaja’: j abbaje, tu abbije, esse abbaje, nu abbajème, vu abbajète, jsse abbajene ( io abbaio, tu abbai, egli abbaia, noi abbaiamo, voi abbaiate, essi abbaiano ). Passato: j abbajve, tu abbajste, esse abbajò, nu abbajemme, vu abbajeste, jsse abbajèrene (io abbaiai, tu abbaiasti, egli abbaiò, noi abbaiammo, voi abbaiaste, essi abbaiarono )
  • abbàlle: a valle, verso giù , in basso in giù, in discesa
  • abballiste: verso il basso, giù
  • abbà lu sonne, abbà lu suonne: avere, prendere sonno
  • abbambà: bruciare leggermente
  • abbambato: che si è un po’ bruciato
  • abbanduna’: abbandonare, j abbandòne, tu abbandùne, esse abbandòne, nu abbandunème, vu abbandunète, jsse abbandònene (io abbandono, tu abbandoni, egli abbandona, noi abbandoniamo, voi abbandonate, essi abbandonano). Passato: j abbandunìve, ti abbandunìste, esse abbandunò, nu abbandunèmme, vu abbandunèste, jsse abbandunàrene (io abbandonai, tu abbandonasti, egli abbandonò, noi abbandonammo, voi abbandonaste, essi abbandonarono)
  • abbanne: al bando, da parte
  • abbàta: fai attenzione
  • abbate: abate
  • abbiricasse: affrettarsi
  • abbìte (tu): badi
  • abbe: meraviglia
  • abbelà: sotterrare, ricoprire
  • abbelato: sotterrato, ricoperto
  • abbendà: suonare a slancio le campane
  • abbìndite: lanciati di corsa
  • abbijà: iniziare, avviare, cominciare, j abbìje, tu abbìje, esse abbìje, nu abbijème, vu abbijète, jsse abbìjene (io inizio, tu inizi, egli inzia, noi iniziamo, voi iniziate, essi iniziano). Passato remoto: j abbijve, tu abbijste, esse abbijò, nu abbujèmme, vu abbijèste, jsse abbijèrene (io iniziai, tu iniziasti, egli iniziò, noi iniziammo, voi iniziaste, essi iniziarono)
  • abbijastemà, abbijasimà: bestemmiare
  • abbìje: comincia, inizia
  • abbijte: inizia, vai, comincia a camminare abbiij’: cominciar, iniziare
  • abbillì: abbellire, j abbillisce, tu abbìllisce, esse abbellisce, nu abbillème, vu abbillète, jsse abbillìscene (io abbellisco, tu abbellisci, egli abbellisce, noi abbelliamo, voi abbellite, esi abbelliscono). Passato:j abbillìve, tu abbillìste, esse abbillò, nu abbillèmme, vu abbillèste, jsse abbillèrene (io abbellii, tu abbellisti, egli abbellì, noi abbellimmo, voi abbelliste, essi abbellirono)
  • abbindà: scagliare, scaraventare, lanciare contro, j abbènde, tu abbìnde, esse abbènde, nu abbindème, vu abbindète. Jsse abbèndene. Passato: j abbindìve, tu abbindìste, esse abbindò, nu abbindèmme, vu abbindèste, jsse abbindèrene
  • abbindarse: prendere la rincorsa
  • abbiricasse: affrettarsi
  • abbirrutà: avvolgere, j abbirrùte, tu abbirrùte, esse abbirrùte, nu abbirrutème, vu abbirrutète, jsse abbirrùtene ( io avvolgo, tu avvolgi, eglia vvolge, noi avvolgiamo, voi avvolgete, essi avvolgono). Passato: j abbirrutìve, tu abbirrutìste, esse abbirrutò, nu abbirrutèmme, vu abbirrutèste, jsse abbirrutèrene (io avvolsi, tu avvolgesti, egli avvolse, noi avvolgemmo, voi avvolgeste, essi avvolsero)
  • abbirrutàte: avvolto
  • abbità: abitare, j àbbite, tu ìjbbite, esse àbbite, nu abbitème, vu abbitète, jsse àbbitene ( io abito, tu abiti, egli abita, noi abitiamo, voi abitate, essi abitano). Passato prossimo: j abbitèje, tu abbitìe, esse abbitèje, nu abbitavàme, vu abbitavàte, jsse abbitèjene (io abitavo, tu abitavi egli abitava, noi abitavamo, voi abitavate, essi abitavano). Passato remoto: j abbitìve, tu abbitìste, esse abbitò, nu abbitèmme, vu abbitèste, jsse abbitèttere (io abitai, tu abitasti, egli abitò, noi abitammo, voi abitaste, essi abitarono)
  • àbbite (io): abito
  • àbbite (l’): l’abito, il vestito
  • abbittunà: abbottonare ( j abbittòne, tu abbuttùne, esse abbittòne, nu abbittunème, vu abbittunète, isse abbittònene) (io abbottòno, tu abbottòni, egli abbottòna, noi abbottoniàmo, voi abbottonàte, essi abbottònano)
  • abbocche: abbocca, ci casca, cade nella trappola, ci crede
  • abbotta: gonfia
  • abbotte: gonfia, ingrossa, ma viene normalmente adoperato anche in senso figurativo. Es.: scoccia, dà fastidio (mò m’abbuttàte l’anime! Adesso ha veramente scocciato! Me sa che a quille, se nn’ha finisce, jabbotte la cocce. Mi sa che a quelli, se non la finisce, gliene dò di santa ragione. Mò j s’abbòtte la panze: ora gli/le si gonfia la pancia)
  • abbuscà: guadagnare (es.: esce e me vaje abbuscà caccose: esco e mi vado a guadagnare qualcosa), prenderle, venire picchiato (es.: Giuvanne ha scìte pe’ parlà, ma ha jte abbuscà: Giovanni è uscito per parlare, ma è andato a prenderle). J abbusche, tu abbusche, esse abbusche, nu abbuschème, vu abbuschète, jsse abbùschene (io guadagno, tu guadagni, egli guadagna, noi guadagnamo, voi guadagnate, essi guadagnano). J abbuscìve, tu abbuschìste, esse abbuscò, nu abbuschèmme, vu abbuschèste, jsse abbuschèrene (io guadagnai, ti guadagnasti, egli guadagnò, noi guadagnammo, voi guadagnate, essi guadagnarono)
  • abbuttunà: abbottonare (j abbuttòne, tu abbuttùne, esse abbuttòne, nu abbuttunème, vu abbuttunète, isse abbuttònene) (io abbottòno, tu abbottòni, egli abbottòna, noi abbottoniàmo, voi abbottonàte, essi abbottònano)
  • abbramàte: molto desideroso di mangiare
  • abbretè: avvolgere (j abbrète, tu abbrìte, esse abbrète, nu abbretème, vu abbretète, isse abbrètene) (io avvòlgo, tu avvòlgi. egli avvòlge, noi avvolgiàmo, voi avvolgète, essi avvòlgono)
  • abbrujndì: arroventare
  • abbruschià: abbrustolire
  • abbruschiato: abbrustolito
  • abbruschilì, abbrusculì: abbrustolire
  • abbruschilìte: abbrustolito
  • abbruscià: bruciare
  • abbrusciato: bruciato
  • abbruscì: bruciare
  • abbrusculì, abbruschilì: abbrustolire
  • abbrusculite: abbrustolito
  • abbuccà: abboccare, cadere in trappola, credere a qualcosa non vera
  • abbuccate: ha abboccato, ci è cascato, è caduto in trappola, ci ha creduto
  • abburrità: avvolgere
  • abburritato: avvolto abbuttà: rimpinzare, abbottare, gonfiare, ma anche scocciare (j abbòtte, tu abbùtte, esse abbòtte, nu abbuttème, vu abbuttète. isse abbòttene) (io abbotto, tu abbotti, egli abbotta, noi abbottiamo, voi abbottate, essi abbottano)
  • abbuttate: gonfio
  • acc: acqua (Montebello sul Sangro)
  • accape: in cima, a capo
  • accappà, accappàre: coprire
  • accarizzà: carezzare
  • accarrà nnànze: travolgere
  • accasarciato: ammucchiato
  • accattà: comprare
  • accavallà: superare in ostacolo
  • accavallà: accavallare
  • accavecione: dolce natalizio bombato. Si dice anche in forma volgare e spregiativa, di cose che hanno forma rotonda
  • accède: uccidere
  • acchetugnà: malmenare
  • acchiappà: acciuffare
  • acchiappacàne: accalappiacani
  • acchiapparelle: molletta per il bucato
  • acchittatu: vestito elegantemente
  • accia o accio: sedano
  • acciaccà: calpestare, acciaccare, pestare, schiacciare
  • acciaccà: masticare con forza
  • acciaffàte: si dice di qualcosa fatta in maniera molto superficiale
  • acciccà: schiacciare, masticare
  • acciòppeche: azzoppato
  • accirciàto: bruciato esternamente
  • acciccà: schiacciare, masticare
  • accìde: ammazzare
  • accimentà: stuzzicare, dare fastidio
  • acciuccà: abbassare, j m’acciùcche, tu t’acchiùcche, esse s’acciùcche, nu ci- acciucchème, vu v’acciucchète, jsse s’acciùcchene. Passato: jm’acciucchìve, tu t’acciucchìste, esse s’acciuccò, nu ci-acciucchèmme, vu v’acciucchèste, jsse s’acciucchèrene
  • acciuccate, acciucchite: abbassato
  • acciucchirse, acciuccarse: chinarsi, inchinarsi, accucciarsi
  • acciuite: appagato
  • acciuppicà: azzoppare, rendere zoppo
  • acciuppicàte: azzoppato
  • accoje: colpire
  • a cocce cap’abballe: stare all’ingiù
  • accorzras: accorgersi
  • accroccà: preparare il fuoco, mettere la tagliola
  • accucchià: mettere insieme e da parte, racimolare, raggranellare, risparmiare
  • accucchie: mette insieme
  • accucciàto: accovacciato
  • accucugliàto: seduto sui talloni
  • accuculàte: accoccolarsi, (dalla serie onomatopeica co… co…, che ricorda il verso e, quindi, l’atto della chioccia).
  • acculecà: a coricarsi
  • accumpagnà: accompagnare
  • accungià: mettere insieme, aggiustare, concludere. Adoperato anche in cucina (es.: accunge la n’zalate: prepara l’insalata, condiscila, ecc.)
  • accuppià: accoppiare
  • accusà: accusare
  • accuscì: così
  • accuzzille: giocare a mmazze e ccuzze, gioco di ragazzi che si fa con bastoni
  • acìto: aceto
  • aclìsse: eclisse
  • acquacciàte: porsi coccoloni, cioè piegare le ginocchia come per sedersi sui calcagni
  • acquasale: pane bagnato con olio e sale
  • a crap’ a saij: la sua capra
  • acunìglio: coniglio
  • adacquà: innaffiare
  • add, adde: alto
  • addavère: veramente
  • addèzze: altezza
  • addijùne: digiuno
  • addimannàre, addimànno: domandare, chiedere in sposa una ragazza
  • addò: dove (avv.)
  • addòre: odore
  • addumane: domani
  • addunà, addunàrse: accorgersi
  • addupiato: steso a dormire o a riposare
  • addurà: odorare o adorare (Es.: Lu Pete di San Gabriele io l'addoro – io adoro il piede di S.Gabriele)
  • addusemà: odorare
  • addusilà, addusulà, addusulì: ascoltare
  • adòrie: accudire le bestie
  • aducchià: adocchiare; guardare con interesse o desiderio
  • adùrie: governa, es.: adùrie lu vitèlle, ovvero, governa il vitello
  • a ècche: qui
  • aerta: alta
  • affedé: promettere fedeltà
  • affociàto: che si è tirato su le maniche
  • affiarà: avvampare
  • affiàre: il bruciacchiarsi dei lini troppo accostati alla fiamma
  • affiaràte: bruciacciato, leggermente bruciato
  • agliòtte, agliuttì: inghiotte, inghiottire
  • agnille: agnello
  • agniline: gengive dei vecchi dopo la perdita dei denti
  • agreyablo: piacevole
  • agùje: aguglie (pesce azzurro)
  • ahè: qui, in questo luogo
  • ainàre, aìnate: sbrigarsi, sbrigati
  • aine: agnello
  • airal: piazzola fra i boschi
  • aìstri: parte che si stacca da erbe selvatiche
  • aità: cullare
  • ajaccià: sdraiare, andare a dormire
  • ajjacciate: sdraiato
  • aje: aglio
  • ajògne: aggiungere
  • aju: al
  • ajuttete: sbrigati, muoviti
  • a hunìte, ahunìte: insieme
  • ainasse: darsi da fare
  • airale: piazzola fra i boschi
  • alanne: alare, i due arnesi da focolare o da caminetto, per lo più di ferro o altro metallo, usati per tenere sospesa la legna sì che arda meglio.
  • alàre: sbadigliare
  • Alende: fiume Alento
  • allaùffa: senza pagare
  • alla: a la
  • allamate: infangato
  • allancanà: avere fame
  • allanganate: vinto
  • allanganite: stancato, riarso, es.:sta allanganite dalla sete: ha soffero la sete e vuole bere, s’allanganite a strillà: chiama inutilmente da molto tempo
  • allappà: cucire l’orlo
  • allappà: allappare, che ha un senso di acre in bocca
  • allaròne, hallaròne: gallinaccio, tacchino
  • alla segreduna: all’improvviso
  • alle: a li
  • àlle, halle: gallo
  • allendà, allindè: porre termine, allentare, smettere, finire
  • allindate: stanco
  • allenzà: cominciare a fare uova
  • alliggirì: digerire, ma anche alleggerire
  • allìna, hallìna: gallina
  • allinàcce, hallinàcce: gallinaccio, tacchino
  • allindà: allentare. smettere finire
  • allindate: stanco
  • allo: a lu
  • allòche, alluche: lì, là
  • allore: allore
  • allucàrse: sedersi
  • allucate, alluchète: seduto
  • allùce: allucciare, guardare attentmente, fissare, es.: che se t’allùcce: che se ti guarda
  • alluchèmece: siediamoci
  • allùchete: siediti
  • alluchèteve: sedetevi
  • alluccà: urlare, strillare, gridare
  • allùcche: grida, strilla, urla
  • allundanne: allora, tanto tempo fa
  • allungà: allungare
  • alluscà: vedere
  • allusche (ci-ha): vede
  • alluschì: vedere
  • alluscìnta: in quel modo
  • allutanne, ‘llutanne, tanne: allora
  • almène: almeno
  • amiche: amico
  • ammacca: ammaccare
  • ammandà, ammantà: coprire qualcuno per il freddo
  • ammarèje: amaro
  • ammarrà: perdere l'affilatura
  • ammarràte o ammarrunite: che taglia poco, che ha poca affilatura
  • ammasciate: faccenda, commissione
  • ammascicà: masticare
  • ammassà: impastare
  • ammasscìche, ammascechì: mastica, masticare
  • ammattùto: trovarsi lì per caso, coincidenza, es.: ti cci si ammattuto: ti sei trovato là per caso
  • ammazzatòra, ammazzatore: mattatoio
  • ammazzoccàto: riferito al pane non cotto bene
  • ammestecate: mescolati
  • ammète: invita
  • ammìdie: invidia o malocchio
  • ammizzà: abituare
  • ammizzate: abituato
  • ammoccà: versare
  • ammonde: in su (nella maggior parte dei casi), in altri casi: lungo
  • ammondiste: verso l’alto, in su
  • ammonde, ammonte: su, sopra, in salita
  • ammopàtu: mogio
  • ammuccarse: cadere
  • ammuccuà: capovolgere
  • ammupate: mogio, triste
  • ammuscilite: avvizzito
  • ammuscillì: ammosciare
  • ammuscìto: ammosciato
  • ammusciulì: ammosciare
  • ammusciulìte: ammosciato
  • a 'ncacchiate: ha preso, ha ripreso, detto di piore o pianta che inizia a fiorire
  • a ‘ncaciate: ha attaccato, riferito alla neve per terra
  • ancìno: uncino
  • anconaglia: inguine
  • ancuculìrse: accoccolarsi
  • andìche: antico
  • andò: dove
  • a 'ndò steme a ji?: Dove stiamo andando
  • a 'ndò stì?: Dove stai?
  • a 'ndò vì?: Dove vai?
  • anèglio: anello
  • angene: bastone di legno
  • anghe: mascelle
  • angulane: dall’antico Angu lum, (pòpele angulane = popolo di Città Sant’Angelo, cittadina in provincia di Pescara)
  • angustie: pena, stato di angosciosa preoccupazione
  • annacquà: dare l’acqua, mettere acqua, innaffiare
  • annacquate: alleggerito con l’acqua. Es.: m’annacquate lu vine: mi ha messo l’acqua nel vino
  • annànzi: davanti, anteriore
  • annaschésce: di nascosto
  • annazzachènnese: dondolando le spalle come fa la madre con la cuna o la zana
  • annazzecà, annazzicà: dondolare, cullare
  • anne: anno, anni
  • anne gnove: nuovo anno
  • anne nove: anno nuovo
  • annemmòlle: in ammollo
  • annià: annegare
  • annihà: annegare
  • annihàte: annegato
  • annillite: litigati
  • annìnze: avanti, davanti, anteriore
  • annirì: annerire
  • anzalète: insalata
  • aòste: agosto
  • a partarrète: all'indietro
  • a pidù: a ciascuno
  • a pisciarèlle: a rivoli
  • apìte: pietà.
  • appacìmo: di cosa rivolta al nord, dove d’inverno non batte
  • appalanchete: appalancato, protetto da grosse travi
  • appaccì: acendere
  • apparancate: riparato
  • apparecchie: aereo, aeroplano
  • apparì: apparire
  • apparicchià: apparecchiare
  • appartinè: appartenere
  • appassiunà: appassionare
  • appèe: a piedi
  • appeccè: accendere
  • appellà: chiamare
  • appènne: appendere
  • appennecà, appennecato: dormire, fare il pisolino, che dorme appena
  • apparterrète: di dietro
  • appennesèlla: serenata
  • appetecà: camminare in salita
  • appettàta: salita
  • appezzutàto: appuntito
  • appezzutì: appuntire, fare la punta
  • appezzunète: maleodorante
  • appiccàre: appendere, ma anche dare fuoco a qualcosa, es.:appiccate foche: ha dato, ha messo fuoco
  • appiccià: accendere
  • appicciàte: acceso, ma anche andare mano nella mano,es.: 1 appicciate lu foche, 2 uarde come camminene appicciàte: ha acceso il fuoco, ma anche: guarda come camminano mano nella mano
  • appiccì: accendere
  • appicciarse: tenersi per mano
  • appiccìte: acceso, ma anche tenuto per mano, andare mano nella mano, es.: vanne appiccìte: camminano tenendosi per mano
  • appillicciàrse: bisticciare, litigare
  • appizzutà: fare la punta, appuntire
  • appizzutàte: a punta
  • apprezzà: scagliare
  • apprezzà, apprizzà: apprezzare
  • apprizze: apprezza
  • appujà: appoggiare
  • appummette: rincalzare il materasso
  • appummette: promettere, mettere
  • appurà, apputì: appurare, risapere
  • appurì: appurare, risapere
  • aprì: aprire
  • arà: arare
  • aradèl: aratro
  • arbelà: sotterrare, seppellire
  • arbelate: sotterrato, seppellito
  • arbiastimà: bestemmiare
  • arbiastème: bestemmia
  • arbijà: ricominciare
  • arbijte: ha riempito
  • arbocche: rabbocca, aggiunge altro liquido a quello già esistente
  • arbònne: che va di traverso, riferito a boccone che resta in gola
  • arbùcche: rabboccare (arbùcche la runchette: rifare il taglio alla falce )
  • arbùccio: pioppo
  • arcalàte: è risceso, è sceso di nuovo
  • arcamà: ricamare
  • arcapà: scegliere separando le cose
  • arcapare: scegliere separando
  • arcète: recitare, usato soprattutto per dire di qualcuno che recita una preghiera
  • arche (l’): mobile di legno piuttosto profondo in cui si conservavano pane ed altri generi alimentari. Solitamente era assemblato senza l'uso di chiodi o con chiodi di legno. Madia.
  • archedìneie: arcobaleno
  • archengièle: arcobaleno
  • archvèna: arcobaleno
  • arcòje: raccogliere
  • arcòte: ha raccolto, ha raccolto nuovamente
  • arcòle: cola di nuovo, perde, riferito a liquido
  • arcôno: grosso recipiente in legno dove si depositano i cereali
  • arculèje: colava di nuovo, riferito a liquido
  • arcònte: racconta, ma anche conta di nuovo
  • arcuntà: raccontare, ma anche ricontare, contare di nuovo
  • arcùnteje: raccontagli, contagli di nuovo
  • arcùnteme: raccontami, contami di nuovo
  • arcuntèmeje: raccontamogli, contiamogli di nuovo
  • arcùntete: raccontati, ma anche riconta, conta di nuovo
  • arcuprì: ricoprire
  • ardà: ridare, restituire
  • ardàje: ridagli
  • ardàmme: ridammi
  • ardàtte: ridàtti, torna a darti
  • ardèmece: ridiamoci, riprendiamoci, torniamo a darci
  • ardèmeje: ridiamogli, restituiamogli
  • ardèteje: ridategli
  • arde: ardere
  • ardeca, ardeche: ortica
  • ardeche: ortica
  • ardìca: ortica
  • arduvajà. procurare
  • arduvaje: procura
  • arduvàje: rattoppo
  • are: aia, spiazzo destinato allo svolgimento di lavori agricoli o all'allevamento di animali da cortile. Nella tradizione agricola, ogni podere è generalmente dotato di un'aia privata sulla quale svolgere le suddette attività, ma in alcuni paesi esistono aie pubbliche delle quali l'intera comunità può servirsi. A Fallo sono note l'Ara di Carrusce (Aia di Collerosso) e l'Arantiche (Aia antica). Di più recente memoria sono le folcloristiche (e stremanti) trebbiature che si svolgevano su Collerosso e che costituivano per i bambini occasione di grande festa
  • arecapuddate: capovolto
  • arecòije: raccogliere
  • arecundà: raccontare
  • areuntà: trabordare del liquido
  • ardrà: rientrare
  • ardrate: è rientrato
  • ardrème: rientriamo
  • areduvaijà: rimediare
  • arembasciànne: quanto serviva al neonato per il ricambio. Una volta venivano tutti fasciati
  • aremenè: tornare
  • aremunnà: sbucciare
  • aremurè, armirì: spegnere
  • arfà: rifare
  • arfiatà: alitare, respirare
  • argalà: regalare
  • argirà: rigirare, raggirare
  • aricallà: zappettare. Il verbo indica l'esecuzione di una zappatura leggera del campo che permetta alla terra di "respirare", in attesa della successiva lavorazione
  • aricapà: scegliere, ma anche sbucciare ariglugliè: stropicciare
  • arijème: ritorniamo
  • arimuscilijè: frugare, mettere in leggero disordine tentando di trovare qualcosa
  • arnià: bestemmiare
  • arintenne: sapere, avere conoscenza, essere pratico di qualcosa
  • arippannà: socchiudere
  • aripiccilijè: litigare per futili motivi
  • arivoticà: capovolgere
  • arjettà: vomitare
  • arjogne: ricongiungere
  • arjònte: è arrivato a destinazione o riunito
  • arliscià: lisciare, accarezzare
  • armandà, ammantà: coprire
  • armàne, armìne: resta, rimani
  • armanè: rimanere
  • armàste: rimasto
  • armètte: rimettere, mettere di nuovo
  • armorè, armurì: spegnere
  • armòcceche: che morde di nuovo, si adopera per dire a qualcuno che qualcosa di fastidioso lo sta tormentando
  • armenute: è rivenuto
  • armidijà: rimediare
  • arminì: tornare
  • arhintre: rientra
  • arhìjte: è tornato
  • arìglio: grillo
  • arimmantà: coprire in senso generico. Metaforicamente vuol dire anche nascondere le malefatte o l'operato di qualcuno
  • armoire: armadio
  • armunnà: pulire a fondo
  • armuntunàrse: accoppiarsi fra ovini
  • arnàsce: rinasce
  • arnuvulì: annuvolare
  • arepéte, arpète: ripetere
  • arpijà: riprendere
  • arpinzà: ripensare
  • arprizzà: conservare, raccogliere gli scarti
  • arpruvà: riprovare
  • arevuccà: fuoruscire da un recipiente troppo pieno
  • arezelà: riassettare la casa, mettere in ordine un ambiente
  • arnàsce: rinasce
  • arnàte: è rinato
  • arrajà: arrabbiare
  • arrajate, arrajàto: arrabbiato , adirato
  • arrangechète: rangido
  • arrecanette: a organetto
  • arrecchià: ascoltare senza darlo a vedere
  • arrète: dietro
  • arrezzate, arrizzate: alzato
  • arrèzzete, arrìzzete: alzati
  • arrinàrse: arenarsi
  • arrinàte: arenato
  • arrivà: arrivare
  • arrizzà: drizzare, alzare, alzarsi
  • arrìzzele: alzalo
  • arrizzèmecele: alziamocelo
  • arrizzèmejele: alziamoglielo
  • arrizzètele: alzatelo
  • arrizzèmece: alziamoci
  • arrubbè, arrubbà: rubare
  • arruoije: orologio
  • arruscì: arrossire
  • arrustì: arrostire
  • arrutà: rifilare la lama di un coltello, forbice, ecc.
  • arrutà: investire con macchina, moto, mettere sotto qualcuno
  • arrutève iu cele nghe la mazze: investiva l’aria girando vorticosamente il bastone.
  • arrutelirse: rotolarsi
  • arrutulà: arrotolare, detto di qualcosa che si arrotola
  • arsàte: è risalito
  • arserene: rasserena
  • arsumijà, arsumij': rassomigliare, somigliare
  • arsumije: rassomiglia
  • artaccà: riattaccare
  • artajà: ritagliare, ridurre,
  • artène: ha ancora, ritiene
  • artirà: ritirare
  • artòje: riprendersi, togliere qualcosa a qualcuno che ce l'aveva preso
  • artuccà: ritoccare
  • arvè: ritorna
  • arvenùte: è tornato
  • arvì, arvìne: torna
  • arvinèje: tornava
  • arvinì: ritornare
  • arvinùte: è tornato
  • arvòteche: schiaffo dato con il dorso della mano
  • arvunì: riunirsi
  • arvutecà: rovesciare, rivoltare
  • arvuticàte: capovolto
  • arzilà: fare le faccende di casa, mettere a posto, in ordine
  • ascari: spaccare legna
  • asena bandasema: fantasma
  • a s’imbesse: qualcosa al contrario
  • aspittà: aspettare
  • assacchijà: a saccheggiare
  • assacrèsa: sorpresa
  • assapurà:assaporare assemà, assimà: diminuire a poco a poco, ridurre
  • assemà: ridurre
  • assilùte, assulùte: assoluto
  • assittarse: sedersi
  • assìttete. siediti
  • assittèteve: sedetevi
  • assittèmece: sediamoci
  • assògne: grasso di maiale, gabbia toracica
  • assugàte: asciugato
  • assuléte: senza altri ingredienti
  • assulùte, assilùte: assoluto
  • assunnà: assonnare
  • assunnàte: assonnato
  • assurbì: assorbire
  • assurdì: assordire
  • assutte: asciutto
  • a tèmpe a tèmpe: con calma
  • atienghe: devo
  • atre: altro
  • attàcce: bottoncino automatico
  • attamurrate : indurito
  • atte: datti
  • attegrande: defecare, l’atto di espellere le feci
  • attidie: pensieri
  • attonne: netto, reciso (si dice del taglio).
  • attozzele: battere; il toc toc del cuore.
  • attravezze jiste: da queste parti (dimenticate, quasi maledette).
  • attummàte: si diceva del carro agricolo che perso il bilanciamento si abbandonava all’indietro
  • atturcinà: attorcigliare
  • atturricchiate: rimboccate
  • a tutta callàra: al massimo
  • auà: guarda
  • auàrde: guarda
  • auàrdele: guardalo
  • auàrdeme: guardami
  • auardème: guardiamo
  • auardèmecele: guardiamocelo
  • auardèmejele:guardiamoglielo
  • auardètele: guardatelo
  • auardètevele: guardatevelo
  • a uffe: senza pagare, gratis
  • a unìte: insieme
  • àute: contenitore di legno usato per il trasporto del pane
  • àuzzu: ingordo
  • avaste: basta
  • avè: avere
  • avème: abbiamo
  • avèntro: dentro
  • avte, àvete: alto
  • avtecète: d’alto lignaggio, nobile
  • avùte: avuto
  • avvignatu: avvinghiato, attorcigliato
  • avvisà: avvisare
  • avvucàte: avvocato
  • azzardà: azzardare
  • azzuffulà: soffiare
  • azzemate: vestito e ripulito con cura insistente e insolita
  • azziccà: azzeccare
  • azzinnà: allattare
  • azzone: moscone
  • azzullaije: abbottonare
  • azzuppà: cadere
  • azzuppicà: azzoppare
  • axòo (pr. ajou): aceto

Tratto dal dizionario TREPPECORE per gentile concessione di NGULOTU www.abruzzo.fm

2 commenti su “L’Abruzzese per Tutti, lettera A

Lascia un Commento


*

  1. Cara membuat bakso dan resep bakso memang banyak dicari oleh para penggemar bakso. Ya, tentu saja karena penggemar makanan yang dalam bahasa inggris disebut meat ball ini sangat banyak. Dari warga kota hingga desa sangat menyukai makanan bakso. Bahkan ketika Presiden Amerika Serikat Barack Obama datang ke Jakarta pun dia masih teringat “baksoooKalau Anda penggemar bakso, tentunya sesekali ingin membuat sendiri bakso istimewa. Nah, kami mengerti keinginan Anda tersebut. Oleh sebab itu kami telah mencarikan sebuah resep istimewa cara membuat bakso daging sapi yang mudah dan sederhana. Kami yakin Andapun dapat membuatnya sendiri.Baiklah, kita mulai saja pembuatan baksonya. Sebelum dimulai kita tentunya harus menyiapkan bahan-bahannya. Apa sajakah itu? Yuk kita simak. Cara Membuat Bakso Sapi Secara Mudah