Foto Dizionario TreppecoreDizionario Abruzzese Treppecore, tutti i vocaboli con la lettera A.

A di Arezelà B di Bummàce C di Caviciùne D di Ddu Bòtte E di Entresatta
F di Freèchete G di Gargarozze H di Hufàne I di Inguastite J di Jnnotte
L di Leccamusse M di Mazzamurille N di Nemale O di Ondo P di Papagne
Q di Quajàte R di Ruscicòne S di Sciuscellette T di Tastafèrre U di Uatte Uatte
V di Villegne Z di Zzune      

A

  • a capaballe: sotto
  • a capammonde: sopra
  • abbabbalocattu: stupefatto
  • abbadà: prestare attenzione a qualcuno o qualcosa
  • abbade: stai attento, fai attenzione
  • abbàdene: badano, prestano attenzione
  • abbafà: abbeverare
  • abbaja’: j abbaje, tu abbije, esse abbaje, nu abbajème, vu abbajète, jsse abbajene ( io abbaio, tu abbai, egli abbaia, noi abbaiamo, voi abbaiate, essi abbaiano ). Passato: j abbajve, tu abbajste, esse abbajò, nu abbajemme, vu abbajeste, jsse abbajèrene (io abbaiai, tu abbaiasti, egli abbaiò, noi abbaiammo, voi abbaiaste, essi abbaiarono )
  • abbàlle: a valle, verso giù , in basso in giù, in discesa
  • abballiste: verso il basso, giù
  • abbà lu sonne, abbà lu suonne: avere, prendere sonno
  • abbambà: bruciare leggermente
  • abbambato: che si è un po’ bruciato
  • abbanduna’: abbandonare, j abbandòne, tu abbandùne, esse abbandòne, nu abbandunème, vu abbandunète, jsse abbandònene (io abbandono, tu abbandoni, egli abbandona, noi abbandoniamo, voi abbandonate, essi abbandonano). Passato: j abbandunìve, ti abbandunìste, esse abbandunò, nu abbandunèmme, vu abbandunèste, jsse abbandunàrene (io abbandonai, tu abbandonasti, egli abbandonò, noi abbandonammo, voi abbandonaste, essi abbandonarono)
  • abbanne: al bando, da parte
  • abbàta: fai attenzione
  • abbate: abate
  • abbiricasse: affrettarsi
  • abbìte (tu): badi
  • abbe: meraviglia
  • abbelà: sotterrare, ricoprire
  • abbelato: sotterrato, ricoperto
  • abbendà: suonare a slancio le campane
  • abbìndite: lanciati di corsa
  • abbijà: iniziare, avviare, cominciare, j abbìje, tu abbìje, esse abbìje, nu abbijème, vu abbijète, jsse abbìjene (io inizio, tu inizi, egli inzia, noi iniziamo, voi iniziate, essi iniziano). Passato remoto: j abbijve, tu abbijste, esse abbijò, nu abbujèmme, vu abbijèste, jsse abbijèrene (io iniziai, tu iniziasti, egli iniziò, noi iniziammo, voi iniziaste, essi iniziarono)
  • abbijastemà, abbijasimà: bestemmiare
  • abbìje: comincia, inizia
  • abbijte: inizia, vai, comincia a camminare abbiij’: cominciar, iniziare
  • abbillì: abbellire, j abbillisce, tu abbìllisce, esse abbellisce, nu abbillème, vu abbillète, jsse abbillìscene (io abbellisco, tu abbellisci, egli abbellisce, noi abbelliamo, voi abbellite, esi abbelliscono). Passato:j abbillìve, tu abbillìste, esse abbillò, nu abbillèmme, vu abbillèste, jsse abbillèrene (io abbellii, tu abbellisti, egli abbellì, noi abbellimmo, voi abbelliste, essi abbellirono)
  • abbindà: scagliare, scaraventare, lanciare contro, j abbènde, tu abbìnde, esse abbènde, nu abbindème, vu abbindète. Jsse abbèndene. Passato: j abbindìve, tu abbindìste, esse abbindò, nu abbindèmme, vu abbindèste, jsse abbindèrene
  • abbindarse: prendere la rincorsa
  • abbiricasse: affrettarsi
  • abbirrutà: avvolgere, j abbirrùte, tu abbirrùte, esse abbirrùte, nu abbirrutème, vu abbirrutète, jsse abbirrùtene ( io avvolgo, tu avvolgi, eglia vvolge, noi avvolgiamo, voi avvolgete, essi avvolgono). Passato: j abbirrutìve, tu abbirrutìste, esse abbirrutò, nu abbirrutèmme, vu abbirrutèste, jsse abbirrutèrene (io avvolsi, tu avvolgesti, egli avvolse, noi avvolgemmo, voi avvolgeste, essi avvolsero)
  • abbirrutàte: avvolto
  • abbità: abitare, j àbbite, tu ìjbbite, esse àbbite, nu abbitème, vu abbitète, jsse àbbitene ( io abito, tu abiti, egli abita, noi abitiamo, voi abitate, essi abitano). Passato prossimo: j abbitèje, tu abbitìe, esse abbitèje, nu abbitavàme, vu abbitavàte, jsse abbitèjene (io abitavo, tu abitavi egli abitava, noi abitavamo, voi abitavate, essi abitavano). Passato remoto: j abbitìve, tu abbitìste, esse abbitò, nu abbitèmme, vu abbitèste, jsse abbitèttere (io abitai, tu abitasti, egli abitò, noi abitammo, voi abitaste, essi abitarono)
  • àbbite (io): abito
  • àbbite (l’): l’abito, il vestito
  • abbittunà: abbottonare ( j abbittòne, tu abbuttùne, esse abbittòne, nu abbittunème, vu abbittunète, isse abbittònene) (io abbottòno, tu abbottòni, egli abbottòna, noi abbottoniàmo, voi abbottonàte, essi abbottònano)
  • abbocche: abbocca, ci casca, cade nella trappola, ci crede
  • abbotta: gonfia
  • abbotte: gonfia, ingrossa, ma viene normalmente adoperato anche in senso figurativo. Es.: scoccia, dà fastidio (mò m’abbuttàte l’anime! Adesso ha veramente scocciato! Me sa che a quille, se nn’ha finisce, jabbotte la cocce. Mi sa che a quelli, se non la finisce, gliene dò di santa ragione. Mò j s’abbòtte la panze: ora gli/le si gonfia la pancia)
  • abbuscà: guadagnare (es.: esce e me vaje abbuscà caccose: esco e mi vado a guadagnare qualcosa), prenderle, venire picchiato (es.: Giuvanne ha scìte pe’ parlà, ma ha jte abbuscà: Giovanni è uscito per parlare, ma è andato a prenderle). J abbusche, tu abbusche, esse abbusche, nu abbuschème, vu abbuschète, jsse abbùschene (io guadagno, tu guadagni, egli guadagna, noi guadagnamo, voi guadagnate, essi guadagnano). J abbuscìve, tu abbuschìste, esse abbuscò, nu abbuschèmme, vu abbuschèste, jsse abbuschèrene (io guadagnai, ti guadagnasti, egli guadagnò, noi guadagnammo, voi guadagnate, essi guadagnarono)
  • abbuttunà: abbottonare (j abbuttòne, tu abbuttùne, esse abbuttòne, nu abbuttunème, vu abbuttunète, isse abbuttònene) (io abbottòno, tu abbottòni, egli abbottòna, noi abbottoniàmo, voi abbottonàte, essi abbottònano)
  • abbramàte: molto desideroso di mangiare
  • abbretè: avvolgere (j abbrète, tu abbrìte, esse abbrète, nu abbretème, vu abbretète, isse abbrètene) (io avvòlgo, tu avvòlgi. egli avvòlge, noi avvolgiàmo, voi avvolgète, essi avvòlgono)
  • abbrujndì: arroventare
  • abbruschià: abbrustolire
  • abbruschiato: abbrustolito
  • abbruschilì, abbrusculì: abbrustolire
  • abbruschilìte: abbrustolito
  • abbruscià: bruciare
  • abbrusciato: bruciato
  • abbruscì: bruciare
  • abbrusculì, abbruschilì: abbrustolire
  • abbrusculite: abbrustolito
  • abbuccà: abboccare, cadere in trappola, credere a qualcosa non vera
  • abbuccate: ha abboccato, ci è cascato, è caduto in trappola, ci ha creduto
  • abburrità: avvolgere
  • abburritato: avvolto abbuttà: rimpinzare, abbottare, gonfiare, ma anche scocciare (j abbòtte, tu abbùtte, esse abbòtte, nu abbuttème, vu abbuttète. isse abbòttene) (io abbotto, tu abbotti, egli abbotta, noi abbottiamo, voi abbottate, essi abbottano)
  • abbuttate: gonfio
  • acc: acqua (Montebello sul Sangro)
  • accape: in cima, a capo
  • accappà, accappàre: coprire
  • accarizzà: carezzare
  • accarrà nnànze: travolgere
  • accasarciato: ammucchiato
  • accattà: comprare
  • accavallà: superare in ostacolo
  • accavallà: accavallare
  • accavecione: dolce natalizio bombato. Si dice anche in forma volgare e spregiativa, di cose che hanno forma rotonda
  • accède: uccidere
  • acchetugnà: malmenare
  • acchiappà: acciuffare
  • acchiappacàne: accalappiacani
  • acchiapparelle: molletta per il bucato
  • acchittatu: vestito elegantemente
  • accia o accio: sedano
  • acciaccà: calpestare, acciaccare, pestare, schiacciare
  • acciaccà: masticare con forza
  • acciaffàte: si dice di qualcosa fatta in maniera molto superficiale
  • acciccà: schiacciare, masticare
  • acciòppeche: azzoppato
  • accirciàto: bruciato esternamente
  • acciccà: schiacciare, masticare
  • accìde: ammazzare
  • accimentà: stuzzicare, dare fastidio
  • acciuccà: abbassare, j m’acciùcche, tu t’acchiùcche, esse s’acciùcche, nu ci- acciucchème, vu v’acciucchète, jsse s’acciùcchene. Passato: jm’acciucchìve, tu t’acciucchìste, esse s’acciuccò, nu ci-acciucchèmme, vu v’acciucchèste, jsse s’acciucchèrene
  • acciuccate, acciucchite: abbassato
  • acciucchirse, acciuccarse: chinarsi, inchinarsi, accucciarsi
  • acciuite: appagato
  • acciuppicà: azzoppare, rendere zoppo
  • acciuppicàte: azzoppato
  • accoje: colpire
  • a cocce cap’abballe: stare all’ingiù
  • accorzras: accorgersi
  • accroccà: preparare il fuoco, mettere la tagliola
  • accucchià: mettere insieme e da parte, racimolare, raggranellare, risparmiare
  • accucchie: mette insieme
  • accucciàto: accovacciato
  • accucugliàto: seduto sui talloni
  • accuculàte: accoccolarsi, (dalla serie onomatopeica co… co…, che ricorda il verso e, quindi, l’atto della chioccia).
  • acculecà: a coricarsi
  • accumpagnà: accompagnare
  • accungià: mettere insieme, aggiustare, concludere. Adoperato anche in cucina (es.: accunge la n’zalate: prepara l’insalata, condiscila, ecc.)
  • accuppià: accoppiare
  • accusà: accusare
  • accuscì: così
  • accuzzille: giocare a mmazze e ccuzze, gioco di ragazzi che si fa con bastoni
  • acìto: aceto
  • aclìsse: eclisse
  • acquacciàte: porsi coccoloni, cioè piegare le ginocchia come per sedersi sui calcagni
  • acquasale: pane bagnato con olio e sale
  • a crap’ a saij: la sua capra
  • acunìglio: coniglio
  • adacquà: innaffiare
  • add, adde: alto
  • addavère: veramente
  • addèzze: altezza
  • addijùne: digiuno
  • addimannàre, addimànno: domandare, chiedere in sposa una ragazza
  • addò: dove (avv.)
  • addòre: odore
  • addumane: domani
  • addunà, addunàrse: accorgersi
  • addupiato: steso a dormire o a riposare
  • addurà: odorare o adorare (Es.: Lu Pete di San Gabriele io l'addoro – io adoro il piede di S.Gabriele)
  • addusemà: odorare
  • addusilà, addusulà, addusulì: ascoltare
  • adòrie: accudire le bestie
  • aducchià: adocchiare; guardare con interesse o desiderio
  • adùrie: governa, es.: adùrie lu vitèlle, ovvero, governa il vitello
  • a ècche: qui
  • aerta: alta
  • affedé: promettere fedeltà
  • affociàto: che si è tirato su le maniche
  • affiarà: avvampare
  • affiàre: il bruciacchiarsi dei lini troppo accostati alla fiamma
  • affiaràte: bruciacciato, leggermente bruciato
  • agliòtte, agliuttì: inghiotte, inghiottire
  • agnille: agnello
  • agniline: gengive dei vecchi dopo la perdita dei denti
  • agreyablo: piacevole
  • agùje: aguglie (pesce azzurro)
  • ahè: qui, in questo luogo
  • ainàre, aìnate: sbrigarsi, sbrigati
  • aine: agnello
  • airal: piazzola fra i boschi
  • aìstri: parte che si stacca da erbe selvatiche
  • aità: cullare
  • ajaccià: sdraiare, andare a dormire
  • ajjacciate: sdraiato
  • aje: aglio
  • ajògne: aggiungere
  • aju: al
  • ajuttete: sbrigati, muoviti
  • a hunìte, ahunìte: insieme
  • ainasse: darsi da fare
  • airale: piazzola fra i boschi
  • alanne: alare, i due arnesi da focolare o da caminetto, per lo più di ferro o altro metallo, usati per tenere sospesa la legna sì che arda meglio.
  • alàre: sbadigliare
  • Alende: fiume Alento
  • allaùffa: senza pagare
  • alla: a la
  • allamate: infangato
  • allancanà: avere fame
  • allanganate: vinto
  • allanganite: stancato, riarso, es.:sta allanganite dalla sete: ha soffero la sete e vuole bere, s’allanganite a strillà: chiama inutilmente da molto tempo
  • allappà: cucire l’orlo
  • allappà: allappare, che ha un senso di acre in bocca
  • allaròne, hallaròne: gallinaccio, tacchino
  • alla segreduna: all’improvviso
  • alle: a li
  • àlle, halle: gallo
  • allendà, allindè: porre termine, allentare, smettere, finire
  • allindate: stanco
  • allenzà: cominciare a fare uova
  • alliggirì: digerire, ma anche alleggerire
  • allìna, hallìna: gallina
  • allinàcce, hallinàcce: gallinaccio, tacchino
  • allindà: allentare. smettere finire
  • allindate: stanco
  • allo: a lu
  • allòche, alluche: lì, là
  • allore: allore
  • allucàrse: sedersi
  • allucate, alluchète: seduto
  • allùce: allucciare, guardare attentmente, fissare, es.: che se t’allùcce: che se ti guarda
  • alluchèmece: siediamoci
  • allùchete: siediti
  • alluchèteve: sedetevi
  • alluccà: urlare, strillare, gridare
  • allùcche: grida, strilla, urla
  • allundanne: allora, tanto tempo fa
  • allungà: allungare
  • alluscà: vedere
  • allusche (ci-ha): vede
  • alluschì: vedere
  • alluscìnta: in quel modo
  • allutanne, ‘llutanne, tanne: allora
  • almène: almeno
  • amiche: amico
  • ammacca: ammaccare
  • ammandà, ammantà: coprire qualcuno per il freddo
  • ammarèje: amaro
  • ammarrà: perdere l'affilatura
  • ammarràte o ammarrunite: che taglia poco, che ha poca affilatura
  • ammasciate: faccenda, commissione
  • ammascicà: masticare
  • ammassà: impastare
  • ammasscìche, ammascechì: mastica, masticare
  • ammattùto: trovarsi lì per caso, coincidenza, es.: ti cci si ammattuto: ti sei trovato là per caso
  • ammazzatòra, ammazzatore: mattatoio
  • ammazzoccàto: riferito al pane non cotto bene
  • ammestecate: mescolati
  • ammète: invita
  • ammìdie: invidia o malocchio
  • ammizzà: abituare
  • ammizzate: abituato
  • ammoccà: versare
  • ammonde: in su (nella maggior parte dei casi), in altri casi: lungo
  • ammondiste: verso l’alto, in su
  • ammonde, ammonte: su, sopra, in salita
  • ammopàtu: mogio
  • ammuccarse: cadere
  • ammuccuà: capovolgere
  • ammupate: mogio, triste
  • ammuscilite: avvizzito
  • ammuscillì: ammosciare
  • ammuscìto: ammosciato
  • ammusciulì: ammosciare
  • ammusciulìte: ammosciato
  • a 'ncacchiate: ha preso, ha ripreso, detto di piore o pianta che inizia a fiorire
  • a ‘ncaciate: ha attaccato, riferito alla neve per terra
  • ancìno: uncino
  • anconaglia: inguine
  • ancuculìrse: accoccolarsi
  • andìche: antico
  • andò: dove
  • a 'ndò steme a ji?: Dove stiamo andando
  • a 'ndò stì?: Dove stai?
  • a 'ndò vì?: Dove vai?
  • anèglio: anello
  • angene: bastone di legno
  • anghe: mascelle
  • angulane: dall’antico Angu lum, (pòpele angulane = popolo di Città Sant’Angelo, cittadina in provincia di Pescara)
  • angustie: pena, stato di angosciosa preoccupazione
  • annacquà: dare l’acqua, mettere acqua, innaffiare
  • annacquate: alleggerito con l’acqua. Es.: m’annacquate lu vine: mi ha messo l’acqua nel vino
  • annànzi: davanti, anteriore
  • annaschésce: di nascosto
  • annazzachènnese: dondolando le spalle come fa la madre con la cuna o la zana
  • annazzecà, annazzicà: dondolare, cullare
  • anne: anno, anni
  • anne gnove: nuovo anno
  • anne nove: anno nuovo
  • annemmòlle: in ammollo
  • annià: annegare
  • annihà: annegare
  • annihàte: annegato
  • annillite: litigati
  • annìnze: avanti, davanti, anteriore
  • annirì: annerire
  • anzalète: insalata
  • aòste: agosto
  • a partarrète: all'indietro
  • a pidù: a ciascuno
  • a pisciarèlle: a rivoli
  • apìte: pietà.
  • appacìmo: di cosa rivolta al nord, dove d’inverno non batte
  • appalanchete: appalancato, protetto da grosse travi
  • appaccì: acendere
  • apparancate: riparato
  • apparecchie: aereo, aeroplano
  • apparì: apparire
  • apparicchià: apparecchiare
  • appartinè: appartenere
  • appassiunà: appassionare
  • appèe: a piedi
  • appeccè: accendere
  • appellà: chiamare
  • appènne: appendere
  • appennecà, appennecato: dormire, fare il pisolino, che dorme appena
  • apparterrète: di dietro
  • appennesèlla: serenata
  • appetecà: camminare in salita
  • appettàta: salita
  • appezzutàto: appuntito
  • appezzutì: appuntire, fare la punta
  • appezzunète: maleodorante
  • appiccàre: appendere, ma anche dare fuoco a qualcosa, es.:appiccate foche: ha dato, ha messo fuoco
  • appiccià: accendere
  • appicciàte: acceso, ma anche andare mano nella mano,es.: 1 appicciate lu foche, 2 uarde come camminene appicciàte: ha acceso il fuoco, ma anche: guarda come camminano mano nella mano
  • appiccì: accendere
  • appicciarse: tenersi per mano
  • appiccìte: acceso, ma anche tenuto per mano, andare mano nella mano, es.: vanne appiccìte: camminano tenendosi per mano
  • appillicciàrse: bisticciare, litigare
  • appizzutà: fare la punta, appuntire
  • appizzutàte: a punta
  • apprezzà: scagliare
  • apprezzà, apprizzà: apprezzare
  • apprizze: apprezza
  • appujà: appoggiare
  • appummette: rincalzare il materasso
  • appummette: promettere, mettere
  • appurà, apputì: appurare, risapere
  • appurì: appurare, risapere
  • aprì: aprire
  • arà: arare
  • aradèl: aratro
  • arbelà: sotterrare, seppellire
  • arbelate: sotterrato, seppellito
  • arbiastimà: bestemmiare
  • arbiastème: bestemmia
  • arbijà: ricominciare
  • arbijte: ha riempito
  • arbocche: rabbocca, aggiunge altro liquido a quello già esistente
  • arbònne: che va di traverso, riferito a boccone che resta in gola
  • arbùcche: rabboccare (arbùcche la runchette: rifare il taglio alla falce )
  • arbùccio: pioppo
  • arcalàte: è risceso, è sceso di nuovo
  • arcamà: ricamare
  • arcapà: scegliere separando le cose
  • arcapare: scegliere separando
  • arcète: recitare, usato soprattutto per dire di qualcuno che recita una preghiera
  • arche (l’): mobile di legno piuttosto profondo in cui si conservavano pane ed altri generi alimentari. Solitamente era assemblato senza l'uso di chiodi o con chiodi di legno. Madia.
  • archedìneie: arcobaleno
  • archengièle: arcobaleno
  • archvèna: arcobaleno
  • arcòje: raccogliere
  • arcòte: ha raccolto, ha raccolto nuovamente
  • arcòle: cola di nuovo, perde, riferito a liquido
  • arcôno: grosso recipiente in legno dove si depositano i cereali
  • arculèje: colava di nuovo, riferito a liquido
  • arcònte: racconta, ma anche conta di nuovo
  • arcuntà: raccontare, ma anche ricontare, contare di nuovo
  • arcùnteje: raccontagli, contagli di nuovo
  • arcùnteme: raccontami, contami di nuovo
  • arcuntèmeje: raccontamogli, contiamogli di nuovo
  • arcùntete: raccontati, ma anche riconta, conta di nuovo
  • arcuprì: ricoprire
  • ardà: ridare, restituire
  • ardàje: ridagli
  • ardàmme: ridammi
  • ardàtte: ridàtti, torna a darti
  • ardèmece: ridiamoci, riprendiamoci, torniamo a darci
  • ardèmeje: ridiamogli, restituiamogli
  • ardèteje: ridategli
  • arde: ardere
  • ardeca, ardeche: ortica
  • ardeche: ortica
  • ardìca: ortica
  • arduvajà. procurare
  • arduvaje: procura
  • arduvàje: rattoppo
  • are: aia, spiazzo destinato allo svolgimento di lavori agricoli o all'allevamento di animali da cortile. Nella tradizione agricola, ogni podere è generalmente dotato di un'aia privata sulla quale svolgere le suddette attività, ma in alcuni paesi esistono aie pubbliche delle quali l'intera comunità può servirsi. A Fallo sono note l'Ara di Carrusce (Aia di Collerosso) e l'Arantiche (Aia antica). Di più recente memoria sono le folcloristiche (e stremanti) trebbiature che si svolgevano su Collerosso e che costituivano per i bambini occasione di grande festa
  • arecapuddate: capovolto
  • arecòije: raccogliere
  • arecundà: raccontare
  • areuntà: trabordare del liquido
  • ardrà: rientrare
  • ardrate: è rientrato
  • ardrème: rientriamo
  • areduvaijà: rimediare
  • arembasciànne: quanto serviva al neonato per il ricambio. Una volta venivano tutti fasciati
  • aremenè: tornare
  • aremunnà: sbucciare
  • aremurè, armirì: spegnere
  • arfà: rifare
  • arfiatà: alitare, respirare
  • argalà: regalare
  • argirà: rigirare, raggirare
  • aricallà: zappettare. Il verbo indica l'esecuzione di una zappatura leggera del campo che permetta alla terra di "respirare", in attesa della successiva lavorazione
  • aricapà: scegliere, ma anche sbucciare ariglugliè: stropicciare
  • arijème: ritorniamo
  • arimuscilijè: frugare, mettere in leggero disordine tentando di trovare qualcosa
  • arnià: bestemmiare
  • arintenne: sapere, avere conoscenza, essere pratico di qualcosa
  • arippannà: socchiudere
  • aripiccilijè: litigare per futili motivi
  • arivoticà: capovolgere
  • arjettà: vomitare
  • arjogne: ricongiungere
  • arjònte: è arrivato a destinazione o riunito
  • arliscià: lisciare, accarezzare
  • armandà, ammantà: coprire
  • armàne, armìne: resta, rimani
  • armanè: rimanere
  • armàste: rimasto
  • armètte: rimettere, mettere di nuovo
  • armorè, armurì: spegnere
  • armòcceche: che morde di nuovo, si adopera per dire a qualcuno che qualcosa di fastidioso lo sta tormentando
  • armenute: è rivenuto
  • armidijà: rimediare
  • arminì: tornare
  • arhintre: rientra
  • arhìjte: è tornato
  • arìglio: grillo
  • arimmantà: coprire in senso generico. Metaforicamente vuol dire anche nascondere le malefatte o l'operato di qualcuno
  • armoire: armadio
  • armunnà: pulire a fondo
  • armuntunàrse: accoppiarsi fra ovini
  • arnàsce: rinasce
  • arnuvulì: annuvolare
  • arepéte, arpète: ripetere
  • arpijà: riprendere
  • arpinzà: ripensare
  • arprizzà: conservare, raccogliere gli scarti
  • arpruvà: riprovare
  • arevuccà: fuoruscire da un recipiente troppo pieno
  • arezelà: riassettare la casa, mettere in ordine un ambiente
  • arnàsce: rinasce
  • arnàte: è rinato
  • arrajà: arrabbiare
  • arrajate, arrajàto: arrabbiato , adirato
  • arrangechète: rangido
  • arrecanette: a organetto
  • arrecchià: ascoltare senza darlo a vedere
  • arrète: dietro
  • arrezzate, arrizzate: alzato
  • arrèzzete, arrìzzete: alzati
  • arrinàrse: arenarsi
  • arrinàte: arenato
  • arrivà: arrivare
  • arrizzà: drizzare, alzare, alzarsi
  • arrìzzele: alzalo
  • arrizzèmecele: alziamocelo
  • arrizzèmejele: alziamoglielo
  • arrizzètele: alzatelo
  • arrizzèmece: alziamoci
  • arrubbè, arrubbà: rubare
  • arruoije: orologio
  • arruscì: arrossire
  • arrustì: arrostire
  • arrutà: rifilare la lama di un coltello, forbice, ecc.
  • arrutà: investire con macchina, moto, mettere sotto qualcuno
  • arrutève iu cele nghe la mazze: investiva l’aria girando vorticosamente il bastone.
  • arrutelirse: rotolarsi
  • arrutulà: arrotolare, detto di qualcosa che si arrotola
  • arsàte: è risalito
  • arserene: rasserena
  • arsumijà, arsumij': rassomigliare, somigliare
  • arsumije: rassomiglia
  • artaccà: riattaccare
  • artajà: ritagliare, ridurre,
  • artène: ha ancora, ritiene
  • artirà: ritirare
  • artòje: riprendersi, togliere qualcosa a qualcuno che ce l'aveva preso
  • artuccà: ritoccare
  • arvè: ritorna
  • arvenùte: è tornato
  • arvì, arvìne: torna
  • arvinèje: tornava
  • arvinì: ritornare
  • arvinùte: è tornato
  • arvòteche: schiaffo dato con il dorso della mano
  • arvunì: riunirsi
  • arvutecà: rovesciare, rivoltare
  • arvuticàte: capovolto
  • arzilà: fare le faccende di casa, mettere a posto, in ordine
  • ascari: spaccare legna
  • asena bandasema: fantasma
  • a s’imbesse: qualcosa al contrario
  • aspittà: aspettare
  • assacchijà: a saccheggiare
  • assacrèsa: sorpresa
  • assapurà:assaporare assemà, assimà: diminuire a poco a poco, ridurre
  • assemà: ridurre
  • assilùte, assulùte: assoluto
  • assittarse: sedersi
  • assìttete. siediti
  • assittèteve: sedetevi
  • assittèmece: sediamoci
  • assògne: grasso di maiale, gabbia toracica
  • assugàte: asciugato
  • assuléte: senza altri ingredienti
  • assulùte, assilùte: assoluto
  • assunnà: assonnare
  • assunnàte: assonnato
  • assurbì: assorbire
  • assurdì: assordire
  • assutte: asciutto
  • a tèmpe a tèmpe: con calma
  • atienghe: devo
  • atre: altro
  • attàcce: bottoncino automatico
  • attamurrate : indurito
  • atte: datti
  • attegrande: defecare, l’atto di espellere le feci
  • attidie: pensieri
  • attonne: netto, reciso (si dice del taglio).
  • attozzele: battere; il toc toc del cuore.
  • attravezze jiste: da queste parti (dimenticate, quasi maledette).
  • attummàte: si diceva del carro agricolo che perso il bilanciamento si abbandonava all’indietro
  • atturcinà: attorcigliare
  • atturricchiate: rimboccate
  • a tutta callàra: al massimo
  • auà: guarda
  • auàrde: guarda
  • auàrdele: guardalo
  • auàrdeme: guardami
  • auardème: guardiamo
  • auardèmecele: guardiamocelo
  • auardèmejele:guardiamoglielo
  • auardètele: guardatelo
  • auardètevele: guardatevelo
  • a uffe: senza pagare, gratis
  • a unìte: insieme
  • àute: contenitore di legno usato per il trasporto del pane
  • àuzzu: ingordo
  • avaste: basta
  • avè: avere
  • avème: abbiamo
  • avèntro: dentro
  • avte, àvete: alto
  • avtecète: d’alto lignaggio, nobile
  • avùte: avuto
  • avvignatu: avvinghiato, attorcigliato
  • avvisà: avvisare
  • avvucàte: avvocato
  • azzardà: azzardare
  • azzuffulà: soffiare
  • azzemate: vestito e ripulito con cura insistente e insolita
  • azziccà: azzeccare
  • azzinnà: allattare
  • azzone: moscone
  • azzullaije: abbottonare
  • azzuppà: cadere
  • azzuppicà: azzoppare
  • axòo (pr. ajou): aceto

Tratto dal dizionario TREPPECORE per gentile concessione di NGULOTU www.abruzzo.fm

Lascia un Commento


*