Foto Dizionario TreppecoreDizionario Abruzzese Treppecore, tutti i vocaboli con la lettera P.

A di Arezelà B di Bummàce C di Caviciùne D di Ddu Bòtte E di Entresatta
F di Freèchete G di Gargarozze H di Hufàne I di Inguastite J di Jnnotte
L di Leccamusse M di Mazzamurille N di Nemale O di Ondo P di Papagne
Q di Quajàte R di Ruscicòne S di Sciuscellette T di Tastafèrre U di Uatte Uatte
V di Villegne Z di Zzune      

P

  • : padre
  • : pane
  • pache: paghi
  • pacchéte: doppio
  • pacchiàne: donna volgare
  • paccute: spesso, doppio
  • pahese, pajese: paese
  • pajàre: fienile, pagliaro o grosso covone di fieno con forma tonda quasi a cilindro
  • paijarène (lu): addetto a raccoglier la paglia
  • paijaròne: grosso fienile
  • paìnu: gagà, bellimbusto
  • palaférre: arnese per sollevare pesi
  • palêlle (la): paletta con i bordi laterali rialzati
  • paliàte (la): interiora dell’agnello
  • paliàte (na): suonarle. Es. mò te passe ‘na paliate ca te l’arcurde pe’ tutta la vite: adesso te ne do tante he lo ricorderai per tutta la vita
  • paliatòne: botte da orbi
  • pallante: sasso levigato
  • pallètte: pillole, riferito a medicina
  • pallettò: cappotto
  • pallinde: ciotoli
  • pallòtte: polpette di carne
  • palttò: cappotto
  • pammadòre: pomodoro
  • pàmpele: foglia della vigna
  • panarda: matrimonio concordato
  • panàre: cesta
  • pandàfche, pantàfche: intangibile presenza che sta addosso e soffoca, senza che si possa reagire. Personaggio della fantasia popolare
  • pandàne: pantano, pozza d’acqua
  • panecuotte: pancotto
  • panehonde, pane ònte: pane unto con olio( adoperato anche come soprannome)
  • panelle: pagnotta o schiaffo
  • panìre: tipo di cesta
  • pannaccione: grande panno grezzo di canapa usato dai contadini nell’aia o in casa per spannocchiare o per asciugare il grano.
  • panònto: unto
  • panzanelle: panbagnato con pomodori
  • panze: addome
  • papagne: schiaffone
  • papambane: papavero
  • papambrone: decotto ricavato dalla bollitura della parte interna del fiore di papavero
  • paparazze (li): frutti di mare con guscio rigido
  • paparelle (la): motorino
  • paparèlle: anatroccolo
  • paparuocchie: ragnatela
  • paparuolle: peperone
  • paparusce: ragnatele
  • paparùscia: ragnatela
  • pàpere: anatra
  • papèri: carta
  • pappafiche: asta di legno adoperata per sostenere il fieno
  • papucchie: fandonia
  • papùsce: pantofole
  • parabbìse: sembra
  • paracocce: motopeschereccio, battello da pesca, a motore
  • parlature: dialetto
  • parnanze (la): grembiule da cucina
  • partgalle: arancia
  • pascui: bilancia
  • passe: passo, valico
  • pastora: laccio
  • pataffe: rosa di sparo del trombone; detto anche di persona che le spara grosse
  • patana: bernoccolo
  • patana: patata
  • patane: fiacca, debolezza (es.: massere tinghe ‘na patane; stasera ho una fiacca, debolezza)
  • patàne: patata
  • patàne: bella ragazza
  • patèdda: padella
  • patrasònne: un lungo dormine
  • patre: padre
  • pàtrete: tuo padre
  • pàtreme: mio padre
  • patròne: armatore (Pescara)
  • pattarròsce: pettirosso
  • patiuit: digerito (M. sul S.)
  • pàzze: matto
  • pazziarèlle (lu): giocattolo, giochino per bambini
  • peàncola: piede grandissimo
  • pècce: capriccio
  • pecchiete, picchiate: pazzo
  • peccìse: capriccioso
  • pèchera: pecora
  • ped arie: per aria
  • pedera: bordo inferiore della gonna
  • pèe: piede
  • pêgge (lu): pulce
  • pégge: peggio
  • pelleccione: sudata
  • pènce: tegola
  • pendèche (la): bottega
  • pendòne: angolo
  • pênge (lu): coppo
  • pennàcchie (lu): scopino
  • pe' nna travèrse, pì nna travèrse: di traverso
  • pennelàte (la): interiora di agnello
  • penne: pende.
  • pennone: forca
  • pentarella: maculata
  • penzene: pensano
  • peparòle: peperone
  • pepedènie: peperone
  • pepetigne: smanie
  • pepigne: capezzolo
  • pepusce: pantofole
  • perdnesèlle: prezzemolo
  • père: pera
  • perocche: bastone nodoso
  • pertecare: aratro
  • pertesennele (lu): prezzemolo
  • pertòse: cerniera
  • pescòlla: pozzanghera
  • pescrè: dopodomani
  • pese ( j ): io peso
  • pese (esse): egli pesa
  • pèsene (isse): essi pesano
  • petacciane: boschivo
  • pete: piede
  • peteca: bottega
  • petecagna: orma, impronta cava lasciata sul terreno dalla scarpa
  • petecàte: orma, impronta
  • pettarròsce: pettirosso
  • pèttele: pettegolezzo
  • pêttele (la): sfoglia di pasta
  • pêttelene (lu): linguacciuto
  • pezzenétte (lu): teglia in ferro con piedi e manico per friggere sul focolare
  • pezzéte, pezzute: appuntito
  • pèzzie: giocattolo
  • piagne: piangere
  • pianìlle (li): scarpe basse da uomo
  • piante: pianto
  • piante: albero
  • pianticèlle: alberello
  • picarole (lu): ubriacone
  • piccantù: ghiacciolo
  • pìcce: capricci
  • piche (la): sbornia
  • picch' (la): pene
  • picchielavù: lucciola
  • picchone: attrezzo da cantiere, grosso pene
  • pìccie: capricci
  • picciòse: capriccioso, attaccabriga
  • picìna: organo sessuale femminile
  • picìne, picinelle: pulcino
  • piciòcche: organo sessuale femminile
  • picundrìje: tristezza, spossatezza
  • pidùcchie: pidocchio, acaro
  • piesule: cavalletti di legno
  • piggène (lu): pulcino
  • pignàte: pentola grande
  • pijà: prendere
  • pijàte: preso
  • pìjele: prendilo
  • pijème: prendiamo
  • pijèmece: prendiamoci
  • piìjene: prendono
  • pijèteve: prendetevi
  • piiett: piatti (M sul S.)
  • pijà: ardere ( sta pijà foche: sta a prendere fuoco, si sta accendendo)
  • pijù: prendere
  • pìle: monete in genere
  • pìle: peli
  • pillàstre: pollastro
  • pillìcce: capricci,
  • pillicciòse: capriccioso, attaccabrighe
  • pillìne: miope, di vista corta
  • pindòne: angolo
  • pinge, pingeche, pingiche, pingiune: tegola
  • pinnazze: ciglia degli occhi
  • pinnichelle: pennichella, pisolino
  • pinticchiate: a puntini, a piccole macchie di colore
  • pintòne: angolo
  • pinzà: pensare
  • pinzate: pensata
  • pinzèje: pensavo
  • pinzème: pensiamo
  • pinzèmece: pensiamoci
  • pinzète: pensate
  • pinzètice: pensateci
  • pinzìre: pensieri
  • pipàgnle: capezzolo
  • pipègne: capezzolo
  • piparùle: peperoni
  • pipidìgne: peperoni
  • pipìgne: capezzolo
  • pipindòne: peperone
  • pipindòne cucènte: peperone piccante
  • pipindùne: peperoni
  • pipindùne: cucìnte peperoni piccanti
  • pipòne: peperone
  • pipòne cucènde: peperone piccante
  • Pippine: Giuseppe
  • pirdsimmile: prezzemolo
  • pire: piolo di legno, bastone
  • piròcche: bastone
  • pirticàre: aratro con vomero fisso
  • pirtòse: asola
  • pirtisennele: prezzemolo
  • pìru: pera
  • pisà: pesare
  • pisàte: pesato
  • piscène (lu): spaccone
  • pise (tu): tu pesi
  • pisème (nu): noi pesiamo
  • pisète (vu): voi pesate
  • pisciature: vaso da notte
  • pistelle: pestello del mortaio per pestare, frantumare
  • pisticà: calpestare
  • pitalìne: parte del piede della scarpa
  • piticàte: orma del piede
  • piticòne: ceppo di pianta, albero
  • pititte: contenitore di coccio decorato. Capacità: due litri
  • pittà: dipingere
  • pittilarìe: pettegolezzo
  • pittilòne: pettegolo
  • pittinèsse: piccolo pettine
  • pitturàle: pettorale, striscia di cuoio che passa davanti al petto dei cavalli
  • piuviccicà: si dice quando piove con scarsa entità
  • piuvicceche: gocce d'acqua che scendono in maniera scarsa
  • pizza doce: torta
  • pizzichille: pizzichi dati insieme a un bacio
  • pizzùcu: chiodo
  • pizzùte: aguzzo, a punta
  • plaje: nudi pianori montani
  • po’ (esse, lui): può
  • portazecchine: portafoglio
  • posta: luogo di sosta
  • poste: panche, ma anche piccoli pani (damme ‘na poste de pane: dammi una posta di pane, un piccolo pane
  • pòzze: posso
  • pòzze: pozzo
  • ppezzenète: monello, puzzolente
  • ppezzutalàppese (lu): appunta matita
  • ppicce: capricci, scuse, giustificazioni
  • ppicciarèlle: fiammifero
  • p’rtose: cerniera dei pantaloni
  • precòca, precoche, pricòche: albicocca
  • prèdde (lu): prete
  • prèdde: tipico arnese che serviva per tenere sollevate le coperte dal letto ed inserirvi un braciere per riscaldarlo
  • preméteche: prematuro
  • prène: incinta
  • presedende (lu): presidente
  • presentosa: spilla
  • pretare : pietraia
  • prète: pietra, sasso
  • prète: prete, sacerdote
  • pretelécce (la): piccolo sgabello
  • prètola: asse per lavare i panni
  • prevte: prete, sacerdote
  • priccanzelle: nell'attuale accezione, il termine indica in senso generico una ghiottoneria. In origine la parola indicava esclusivamente la strenna natalizia che i bambini ricevevano dai parenti più stretti (solitamente i nonni o gli zii) e che consisteva in un fagottino (ricavato da un fazzoletto o da una "mandricchiola" contenente qualche prelibatezza da mangiare: una mela, un mandarino, qualche noce, sorbe e "caracine" (fichi secchi).
  • pricòche: pesca
  • prinelle!: un verso di richiamo per animali da stalla. Questa volta si tratta di pecore: ad esse veniva infatti rivolta questa strana esclamazione per richiamarle all'ordine e per accudirle. La parola veniva pronunciata con una classica voce "belante" ed un po' vibrata, quasi a voler imitare il verso dell'animale. Al grido di "prinelle !" ogni bravo pastore riusciva a "farsi obbedire" dall'intero gregge
  • prìtele (la): sgabello basso
  • priezzula: piccola sedia
  • priscisso': processione
  • prittsènnele: prezzemolo
  • profenda: razione di biada
  • prtcar: aratro (M. sul S.)
  • prurale: plurale
  • p’spagnuole: peperone
  • pu' (tu): tu puoi
  • pulcione: giubba in pelle, giubbotto
  • pulisciamuse: tovagliolo
  • puliscitèiju: puliscitelo tu
  • pullìnu: di vista corta
  • pulone: grande vasca
  • pummadòre: pomodoro
  • pumpunare: fantasma
  • puntunera: consolle
  • puorc: maiale (M. sul S.)
  • puparelle: bambola
  • pupe: bambola
  • pure: tuttavia, nonostante
  • purtegalle: arancia
  • purtihàlle: arancia
  • purtisenne: prezzemolo
  • purtone: portone
  • purtuàlle: arancio
  • pusctale: autobus
  • pustàle: autobus che va fuori città corriera
  • pute’: potere, inteso come verbo ( j pozze, tu pu’. esse po’, nu putème, vu putète, isse ponne. Io posso, tu puoi, egli può, noi possiamo, voi potete, essi possono)
  • pute pute: calmo calmo
  • puteche: bottega
  • putème (nu): noi possiamo
  • putète (vu): voi potete
  • puticàre: bottegaio
  • pùzzino: possino

Tratto dal dizionario TREPPECORE per gentile concessione di NGULOTU www.abruzzo.fm

Lascia un Commento


*