Bolognano

BolognanoIn Abruzzo, provincia di Pescara, su una collina immersa nella Riserva Naturale Valle dell’Orta, Parco Nazionale della Majella, è situato il piccolo borgo medioevale di Bolognano.

Le origini del borgo di Bolognano risalgono all’era preistorica e più precisamente al periodo paleolitico. Ciò viene confermato dai numerosi reperti archeologici stratificati rinvenuti nella Grotta dei Piccioni, situata a poche centinaia di metri dal centro del paese. Successivamente, in epoca preromanica, vi furono insediamenti da parte della popolazione italica dei Marrucini.

Il primo nucleo abitativo romanico fu l’Oppidum Lucus presso Musellaro, suggestiva frazione di Bolognano, con l’antico ponte in pietra romanico, il ponte Luco, del quale esistono ancora notevoli resti. Questo rappresentava l’unico passaggio per l’attraversamento del fiume Orta, ed a sua difesa, sorse nel medioevo, tra il 1006 ed il 1012 una fortezza, il castello di Luco. Nel Chronicon Casauriense, antica raccolta di fatti medioevali sull’abbazia di San Clemente a Casauria, si parla della fortificazione di Bolonianum, fatta dai benedettiti nel 943, quasi un secolo dopo che i monaci ne erano entrati in possesso. Bolognano, quindi, esisteva già prima dell’edificazione della fortificazione da parte dei monaci, come risulta da un documento di atti di cessioni di territori dell’anno 862.

Della fortificazione benedettina nella parte più antica del paese si notano due archi che un tempo erano le due porte del borgo, che venivano chiuse durante la notte ed in caso di pericolo. I monaci vi rimasero fino al 1273 quando Bolognano entrò a far parte dell’”Abruzzo Citra” del regno di Sicilia.

Dopo essere stato un possedimento longobardo, il paese fu feudo dei Caracciolo, dei Branconi, dei Nodari e dei Durini.

Foto Bolognano

Il comune di Bolognano è formato da tre centri o frazioni principali e da alcune piccole contrade. Ogni frazione ha una propria storia, tradizione e cultura. Capoluogo è Bolognano, con la parte più antica di impronte medioevale, con case a 2-3 piani, e piccole stradine denominate Rue, e la più recente con case di fine ‘800 ed inizi ‘900.

La frazione più grande è Piano d’Orta, di origine antichissima. Splendida è la frazione di Musellaro, piccolo borgo medioevale, ricco di storia, cultura e tradizioni, e circondato da uno scenario naturale indimenticabile.

Molti sono i luoghi di interesse ed i monumenti da visitare nel territorio del paese di Bolognano. Tra gli edifici religiosi vanno menzionati: la Chiesa di Santa Maria Entroterra, del XIII secolo, con un portale sormontato da un piccolo rosone, ai cui lati si evidenziano due stemmi, ed all’interno un pregevole affresco della Madonna con Bambino di Paolo Cardone, datato XVI secolo;  la Chiesa di Sant’Antonio Abate, del XVI secolo.

Tra gli edifici civili spicca per importanza e per magnificenza il Palazzo Durini, elegante edificio del 1500, che probabilmente in passato ebbe anche la funzione di fortezza-monastero.  Per anni questa antica dimora del Cinquecento è stata l’abitazione di Joseph Beuys, uno dei più interessanti ed affascinanti artisti internazionali del dopoguerra, e da un po’ di anni vi è stata adibita una sorta di galleria d'arte dove le sue opere, essendo vissute quotidianamente, assumono una dimensione umana. Ogni ambiente dell’edificio è costellato di opere, testimonianze, fotografie. Nelle sue numerose stanze sono state, infatti, approntate opere ed allestimenti di Beuys, come quelli esposti nell’anno 1979 al Guggenheim Museum di New York.

Grandiose, inoltre, sono le bellezze naturali e paesaggistiche che circondano il borgo di Bolognano. Dal centro del paese è possibile effettuare una serie di escursioni nella dirompente e selvaggia Valle dell’Orta, imponente canyon solcato dalle acque del fiume Orta, dove, tra le altre cose, è possibile imbattersi  in una sorta di piscina naturale denominata la Cisterna di Bolognano, ed in affascinanti grotte, come la Grotta Scura e dei Piccioni, ricche di testimonianze della presenza dell’uomo già in epoca preistorica.

Come arrivare a Bolognano

Dal Nord e dal Sud Italia: prendere l’autostrada Adriatica A 14 e, una volta giunti in Abruzzo, nei pressi di Pescara imboccare l’autostrada A 25 in direzione di Roma. Dopo essere usciti al casello Torre De’ Passeri/Casauria, svoltare sulla strada provinciale 56 (SP 56) in direzione di Tocco da Casauria-Salle, proseguendo sulla Tiburtina (SS  5) fino a prendere la strada provinciale 66 (SP 66) che conduce a Bolognano.

Da Pescara: prendere l’autostrada A 25 in direzione di Roma ed uscire al casello Torre De’ Passeri/Casauria. Da lì, svoltare sulla strada provinciale 56 (SP 56) in direzione di Tocco da Casauria-Salle, proseguendo sulla Tiburtina (SS  5) fino a prendere la strada provinciale 66 (SP 66) che conduce a Bolognano.

Lascia un Commento


*