Chiesa di San Tommaso

La Chiesa di San Tommaso si trova nel comune di Caramanico Terme, provincia di Pescara, Abruzzo, e fa parte del Parco Nazionale della Majella. Era chiamata, ed ancora in molti la chiamano così, Chiesa di San Tommaso Becket, perché in un primo tempo dedicata a Thomas Becket, arcivescovo cattolico inglese assassinato nel 1170 all’interno della cattedrale di Canterbury.

Le origini della chiesa sono ancora incerte e molte sono le ipotesi sul periodo della sua edificazione. Secondo alcuni ricercatori potrebbe essere stata eretta su un tempio preesistente dedicato, probabilmente, ad Ercole, poiché nelle sue vicinanze sono stati rinvenuti diversi reperti archeologici inerenti l’antica figura della mitologia romana. Le teorie più accreditate parlano, comunque, di una sua possibile costruzione fra il XII ed il XIII secolo. Sull’antica Chiesa di San Tommaso esiste anche una leggenda che parla di un suo primo innalzamento nell’anno 45 d.C., allorquando sarebbero apparsi ad un certo Antimus Antiochenus  gli arcangeli Michele e Gabriele.   

La chiesa, che ha subito nel tempo molti rifacimenti e restauri, essendo stata più volte colpita anche da violenti terremoti, è riuscita a custodire nel tempo la struttura ed il fascino originari. A tutt’oggi risulta circondata da ruderi di antichi edifici, con tutta probabilità facenti parte di un unico complesso monastico.

La struttura, in stile romanico, presenta una elegante facciata realizzata in blocchi di pietra squadrati, movimentata un grande rosone a dieci raggi e da tre portali. Dei tre, quello centrale, che risulta essere anche il più grande, mostra un architrave arricchito da affascinanti ornamenti a rilievo raffiguranti il Cristo, sul trono, al centro, nell’atto di benedire, contorniato dai dodici apostoli. Le figure degli apostoli sono facilmente riconoscibili perché nella parte inferiore dell’architrave vi sono incisi tutti i rispettivi nomi. Alcuni di essi si riescono a distinguere anche senza l’aiuto del nome, come San Pietro, scolpito con le chiavi in mano. Nell’insieme la raffigurazione, che vede tutti i personaggi riprodotti con ricche gestualità delle loro mani, riesce a creare una piacevole sensazione di movimento. Il portale centrale è abbellito anche dalle due colonne intarsiate, poste alle sue estremità, sormontate da due capitelli riccamente scolpiti con motivi floreali.

La pianta dell’edificio presenta una struttura a tre navate, separate da sei colonne per lato che sorreggono archi a tutto sesto. Su alcuni dei pilastri sono visibili affreschi risalenti al XIII secolo, alcuni raffiguranti scene inerenti la Passione di Cristo. Una delle colonne presenta un aspetto molto più esile rispetto a tutte le altre ed è sormontata da un grande e riccamente scolpito capitello. Quest’ultima è definita “Colonna Santa” perché la leggenda vuole che a portarla all’interno della chiesa sia stato un angelo. Anche l’abside, di aspetto semicircolare, presenta resti di affreschi, e mostra anche una iscrizione che il tempo ha pian piano reso quasi illeggibile. Singolare è la presenza di un pozzo d’acqua sorgiva, situato nella cripta, a cui si accede tramite una gradinata posta al di sotto dell’altare, probabile testimonianza della preesistenza di un antico culto.

Secondo alcuni la chiesa sarebbe costellata di elementi che ricondurrebbero la sua storia all’ordine dei Cavalieri Templari, il più antico, misterioso e conosciuto ordine religioso cavalleresco cristiano medioevale.

Come raggiungere la Chiesa di San Tommaso

Dal Nord e dal Sud Italia: prendere l’autostrada Adriatica A14 e, una volta giunti in Abruzzo, in prossimità di Pescara imboccare l’autostrada A25 in direzione di Roma. Dopo essere usciti al casello Alanno/Scafa, proseguire sulla strada statale 5 (SS5), Tiburtina, in direzione di Scafa, e poi imboccare la strada statale 487 (SS487) in direzione di Caramanico Terme. Prima di arrivare a Caramanico, svoltare per l’indicazione Salle/frazione di San Tommaso.

Da Pescara: imboccare l’autostrada A25 in direzione di Roma. Dopo essere usciti al casello Alanno/Scafa, proseguire sulla strada statale 5 (SS5), Tiburtina, in direzione di Scafa, e poi imboccare la strada statale 487 (SS487) in direzione di Caramanico Terme. Prima di arrivare a Caramanico, svoltare per l’indicazione Salle/frazione di San Tommaso.

Lascia un Commento


*