Chiesa di Santa Maria delle Grazie

Chiesa di Santa Maria delle Grazie, Cocullo, Abruzzo012In Abruzzo, nel borgo medievale di Cocullo, in provincia de L’Aquila, sorge, su una piazzetta omonima, la chiesa di Santa Maria delle Grazie. La sua costruzione risale alla metà del XIII secolo mentre sua la facciata, costruita con blocchi di pietra, risale al XIV secolo.

Secondo alcuni la chiesa sarebbe stata edificata sui resti di un tempio dedicato a Giove. La facciata risulta essere molto lineare: al suo centro è presente un portale rettangolare sormontato da un architrave con una scultura raffigurante l’Agnus Dei. Al di sopra dell’architrave vi è una lunetta di forma ogivale contenente, al suo interno, resti di un affresco, e all’angolo sinistro della sua cornice un bassorilievo raffigurante un viso nell’atto di suonare un elemento vegetale. Ai lati del portale si notano due piccoli pilastri sormontati da elementari capitelli, e, a fianco di quello di destra, è presente una piccola scultura antropomorfa a rilievo. Ai rispettivi lati delle due colonne sono presenti due sedili di pietra. Nell’angolo destro dello stipite del portale si nota la presenza di un bassorilievo che riproduce la testa di un leone.

Rendono più imponente la semplice facciata due importanti pilastri, con funzione puramente decorativa, sormontati da due edicole contenenti due statue del XVI secolo, delle quali quella di destra riproduce la Madonna.

La parte superiore del prospetto è divisa da due cornici orizzontali che delimitano due settori; in quello mediano si nota un rosone, una semplice iniziale espressione di finestra a ruota. Esso è a raggiera e formato da otto colonnine con piccoli capitelli che sorreggono degli elementi a V; il tutto è contornato da un giro di foglie di palma.

Foto Chiesa di Santa Maria delle Grazie

Elemento singolare di questa facciata è la presenza, su entrambi i sedili in pietra, di un disegno che infonde a questo luogo un senso di fascino e di mistero. E’ la Triplice Cinta, simbolo antichissimo, si parla di origini preistoriche e megalitiche, che si trova in molti antichi edifici, anche importanti, come l’Acropoli di Atene, il Partenone, basiliche e chiese. E’ citato anche in due punti della Bibbia, nella apocalittica Gerusalemme Celeste, e dove si parla del tempio di Salomone. Adottati dai Templari per indicare la sacralità di un luogo, questi simboli sono rappresentati ognuno da tre quadrati concentrici collegati fra loro da linee mediane a mò di croce, e sarebbero tracciati in luoghi ad alta energia tellurica, magnetica ed astrale, che si potenzierebbe in presenza di altre energie, come quelle spirituali, emesse da chi prega. Secondo studiosi esoterici questi simboli potrebbero procurare esperienze mistiche e illuminazioni.

Sulla parete laterale di destra è situato un secondo portale datato 1552. Nel suo architrave è rappresentata una piccola scultura zoomorfa.

L’interno, a navata unica, ha subito notevoli rifacimenti nel XVII secolo, e risulta cadenzato in quattro settori delimitati da tre grandi archi ogivali. Sulla destra dell’entrata sono stati abilmente restaurati due affreschi raffiguranti una Crocefissione e una Deposizione. Sempre sul lato destro si notano considerevoli resti di affreschi del XVI secolo. Nei pressi dell’entrata laterale si trova un notevole trittico, in ottime condizioni, nel quale sono rappresentati S. Amico di Rambone con ai sui lati Sant’Antonio e Santa Maria Maddalena.

L’arredo interno, purtroppo, è stato oggetto di furti, come quello dei due leoni in pietra e dei due quadri delle cappelle laterali raffiguranti Sant’Anna e la Madonna di Pompei. Resta una bella acquasantiera all’entrata laterale.

Come arrivare alla chiesa di Santa Maria delle Grazie

Dal Nord e dal Sud Italia: prendere l’autostrada Adriatica A14 e, una volta giunti in Abruzzo, imboccare, nei pressi di Pescara, l’autostrada A25 in direzione di Roma. Uscire al casello di Cocullo, dirigersi verso il centro del borgo dove è situata la chiesa di Santa Maria delle Grazie

Da Pescara: prendere l’autostrada A25 in direzione di Roma, uscire al casello di Cocullo e dirigersi verso il centro del borgo dove è situata la chiesa di Santa Maria delle Grazie

Lascia un Commento


*