Rievocazione Storica dei Caldoreschi

Rievocazione Storica dei Caldoreschi, Pacentro, AbruzzoIn Abruzzo, nel comune di Pacentro, provincia de L’Aquila, si svolge nella settimana dopo ferragosto una rievocazione storica notevolmente suggestiva: è la “Rievocazione Storica i Caldoreschi nell’anno del Signore 1450”. Quest'anno l'evento si terrà da martedì 20 a sabato 24 Agosto 2013.

La manifestazione rappresenta un tuffo nel passato, un ritorno al medioevo sotto tutti gli aspetti. Innanzitutto per il contesto scenografico regalato dal paese di Pacentro, uno dei borghi più belli d’Italia, con le sue piccole vie, le sue piazzette, i suoi antichi edifici e soprattutto per la presenza del maestoso castello Caldora. I figuranti, poi, vestiti con abiti d’epoca, completamente compenetrati nel loro ruolo, riescono a catalizzare l’attenzione del pubblico con il loro coinvolgente entusiasmo nel rappresentare personaggi importanti ed umili, senza essere dei veri professionisti.  

La Rievocazione storica dei Caldereschi  è una manifestazione su avvenimenti storici e vicende che sono accadute in Pacentro nel periodo di Giacomo ed Antonio Caldora, uomini eccelsi nelle armi, ricchi, potenti ed ambiziosi, che raggiunsero una grandissima fama in tutta Europa.

I Caldoreschi erano le milizie della famiglia Caldora che venivano arruolate dopo essere state selezionate per mezzo di una corsa a piedi scalzi tra pietre e rovi. Attualmente è detta corsa degli zingari e degli zingarelli, e dai risultati che si ottengono nel parteciparvi si possono ottenere investiture a cavaliere, scudiero e paggio.

Da qui inizia la manifestazione: nel pomeriggio del primo giorno, dopo un sopralluogo del percorso con giudici e commissione di gara, inizia la corsa partendo dal castello Caldora e, una volta finita, vengono comunicati i risultati della competizione. Ogni giorno successivo a questo si svolgono rappresentazioni, allietate da sottofondi musicali del tempo, che prendono vita dal castello. Da lì si formano cortei di dame e cavalieri dagli sgargianti costumi quattrocenteschi che attraversano il borgo e si fermano nelle piazzette allestite con scenografie medievali, dove, durante la manifestazione, si tengono svariate rievocazioni: sabba di streghe, processi alle eresie, ai templari, combattimenti, duelli, roghi, sponsali, danza di damigelle, investiture.

 Il tutto è corredato da letture di proclami, formule notarili, documenti storici come i Banni, consistenti nel diritto dei sovrani di imporre corvèe ai sudditi e di riscuoterne le tasse, accompagnati dai suoni delle squillanti antiche chiarine, da quelli dolci dei flauti e dai rulli dei tamburi. L’ultimo giorno dell’evento rappresenta il suo momento più celebrativo,  è la volta della sfilata del corteo storico arricchito dalle acrobazie degli sbandieratori. La manifestazione si conclude con una ricca cena medievale approntata nell’area del castello.

La regia, accurata e documentata nei minimi particolari, penetra nella storia di vicende liete e nefaste con un susseguirsi di eventi che all’improvviso si scatenano in arresti, combattimenti e punizioni, donando allo spettatore una continua serie di emozioni che fanno della Rievocazione Storica dei Caldoreschi una delle manifestazioni più suggestive dell’intero panorama abruzzese.

Si ringrazia l'Archivio dell'Associazione Culturale Pacentrana, ed in particolare il signor Augusto di Cesare, per averci fornito le foto dell'evento della Rievocazione Storica dei Caldoreschi

Come arrivare a Pacentro

Dal Nord e dal Sud Italia: prendere l’autostrada Adriatica A14, con direzione Bologna, se si proviene dal Sud, o Bari, se si proviene dal Nord. Una volta giunti in Abruzzo, nei pressi di Pescara imboccare l’autostrada A25 con direzione Roma. Uscire a Bussi/Popoli, seguire prima l’indicazione per L’Aquila sulla strada statale 17, per poi proseguire sulla strada provinciale 13 con direzione Sulmona. Seguire, poi, l’indicazione Pacentro

Da Pescara: imboccare l’autostrada A25 con direzione Roma. Uscire a Bussi/Popoli, seguire prima l’indicazione per L’Aquila sulla strada statale 17, per poi proseguire sulla strada provinciale 13 con direzione Sulmona. Seguire, poi, l’indicazione Pacentro

Da L’Aquila: prendere la strada statale 17 con direzione Pescara. Proseguire prima sulla strada statale 153 in direzione di Navelli, e poi continuare sulla strada statale 17. Arrivati a Popoli, imboccare la strada provinciale 13 con direzione Sulmona. Seguire, poi, l’indicazione Pacentro

 

Lascia un Commento


*